logo-mini

Joia Vip, Io preferisco il biologico

Joia Vip, Io preferisco il biologico

Cara amica, caro amico,
Sono soddisfatto di come stanno andando le cose, mi sembra che sempre più persone stiano cambiando la loro vita, scegliendo una direzione igienista e dai sani principi etici. Incontro persone gentili che mi lasciano passare quando arrivo in bicicletta, giovani che mi lasciano il posto sulla metropolitana (ahimè). Persone che nei loro ambiti lottano per il rispetto e per il cambiamento possibile, lavorativo, famigliare, scientifico e professionale, che fanno di tutto per migliorare la qualità della vita degli altri, sapendo che a specchio migliora la loro.
Tutto è successo molto velocemente, non riconosco più la Milano di pochi fa quando i più si era incastrati negli status e nell’apparire. Oggi molto è diverso, con gli amici e con gli ospiti spesso i discorsi volano alti e arrivano a sfiorare i sentire più intimi. E’ vero, gli amici si scelgono e forse in questo modo è gioco facile. E’ vero anche che al Joia arrivano spesso umani molto umani e coscienti, mi dico che forse anche per questo sono amici della cucina vegetariana.
In questa euforia di buone scelte navigo con una bella dose di serenità e progetto quali saranno i prossimi passi, per cercare di essere meglio e di portare un contributo a migliorare il mio microcosmo, specchio del macro pure lui.
Mi piace molto la visione indiana delle origini, di quel paese affascinante, nei testi antichi si descrive un’armonia cosmica (il Dharma) che se accolta è fonte di ogni benessere e di ogni felicità. Stupido è infrangerla, inventandone una diversa per propria utilità, che risulterà velocemente avere le gambe corte. Per il semplice assunto che noi siamo quell’armonia originale.
E’ pur vero che per inquinamenti vari a volte è difficile percepirla, è sufficiente però alzare il naso verso il cielo stellato e ammirarne l’insondabile mistero, passare in un bosco e percepire la vicinanza degli esseri mobili e meno mobili che lo abitano, parlare con i propri figli con il cuore o accogliere la tristezza di un amico che attraversa un momento difficile. In quegli infiniti attimi, sempre e per sempre accessibili, ogni cosa prende la giusta forma e il velo illusorio si dissipa.
Così anche mi dico, è stolto generare aggressione al prossimo o alla prossima come sta emergendo negli scandali planetari, che lasciano allibiti per la loro ampiezza, ma lasciano sperare che finalmente si volti pagina. Pur maestri molti a inquinare la propria coscienza cercando di trascinare con sé altri, i più sono convinto, sentono e agiscono in modo opposto, rispettando e accogliendo o sicuramente mettendocela tutta per farlo. Quelli sono i miei amici, ai quali do voce per mia luce.
Stolto continuare a coltivare in modo obsoleto, quando ci sono i mezzi per fare altrimenti. Presto anche i bambini sapranno quanto il glifosato sia dannoso, perché continuare allora a utilizzarlo, in modo anacronistico?
Si sa, l’economia, gli interessi, la difficoltà di pensare ad alternative, essere incastrati in abitudini controproducenti, potrebbe non facilitare la trasformazione.
Nel mio piccolo mi dico però che sono io l’economia, della quale sono direttamente responsabile e che nel mio posso fare molto, comperando biologico, preparandomi e preparando un cibo che nutre (l’altro cibo fa altro), cercando in ogni modo di essere vicino ai contadini che lottano perché il nostro vivere sia nutrito da bei fiori e buoni frutti, dal canto degli uccelli che abitano i loro campi e il mio cuore, non da ultimo dalle care api, alle quali la Monsanto non sta proprio simpatica.
E poi c’è questo bravo Papa, ma l’avete sentito a difesa dei diversi? O quando ci parla dell’accanimento terapeutico e del diritto alla vita? Lui e quante persone alte, da ammirare e da lasciarsi ispirare e trasportare.
Che bei cambiamenti ci aspettano, sono pronto per molte sfide, con tutto me stesso e spero assieme a voi.
Cordialmente vostro

Pietro Leemann

 

NOTIZIE IN BREVE

– In anticipo sulla stagione abbiamo iniziato il menu invernale, con tante bellissime idee. Consultate qui la carta completa

– Il Pane di Natale, il nostro panettone, quest’anno è davvero favoloso. Sono aperte le prenotazioni, telefonateci al Joia!

– Lunedì iniziamo anche con il menu del bistrot, l’inverno è una stagione speciale, con verdure dolci e persistenti, alcune potreste non conoscerle. Consultate qui la carta completa

– Il Joia sarà aperto fino al 23 Dicembre, riaprirà mercoledì 10 gennaio.

– Anche quest’anno una proposta di biscotti, di marmellate e la nostra crema di cioccolato e sesamo.

– C’è sempre la possibilità di acquistare buoni regalo scegliendo tra i nostri menu degustazione. Di seguito anche una proposta particolare, da godere dal lunedì al giovedì.

– Ecco anche il programma di gennaio della scuola di cucina.

– Anche alla Joia Academy è possibile regalare dei coupon!

 

Il Pane di Natale

La nostra interpretazione del panettone.
Rispetto al panettone tradizionale è delicatamente speziato, quest’anno con cannella, cedro candito da noi, zenzero e uva sultanina, abbiamo preparato anche una versione con gocce di cioccolato.
Non contiene uova, latticini e zucchero raffinato che è sostituito da zucchero integrale.
E’ biologico al 100%, è fatto di sole farine italiane e con pasta madre, la nostra ha 25 anni, che ne facilita la digestione e l’assimilazione dei buoni nutrienti, è lieviatto lentamente per 24 ore.
Ha una bella consistenza, è di forma rettangolare, si presta bene ad essere affettato e poi riscaldato nel tostapane.
Il panettone si conserva per 3 settimane in un luogo asciutto, in frigorifero per 2 mesi, in congelatore per 4 mesi.
E’ ottimo l’abbinamento con buone marmellate, ideale anche per accompagnare i formaggi e i paté di legumi.

Ingredienti: frumento, il nostro burro vegetale, zucchero integrale, latte di mandorla, uva sultanina, cedro candito da noi, cannella, zenzero e un pizzico di sale. 900 g, 35 euro.

 

I biscotti e i cioccolatini del Joia, presentati in un vasetto di vetro della Weck.

Sono preparati con ingredienti biologici, di vari gusti, con il cioccolato di Vestri, le nocciole biodinamiche piemontesi, le farine italiane, le mandorle siciliane, le arance amare pugliesi…

Adatti a te, caffè, da regalare o da mangiare qua e là
200 g 14 euro

 

Preziosa idea regalo per cena gourmet al Joia, un coupon da utilizzare dal lunedì a Giovedì, sia pranzo che a cena

Ecco la nostra proposta:

Menu a 4 portate a vostra scelta, comprensivo di un calice di buon vino, l’acqua e il caffè. Si potrà utilizzare dal lunedì al venerdì, sia a pranzo che a cena.
Il costo tutto compreso, per due persone è di 150 euro.

A vostra richiesta prepareremo un coupon personalizzato con il nome del fortunato beneficiario.

 

JOIA ACADEMY

CORSI PROFESSIONALIZZANTI DI PRIMO, SECONDO E TERZO LIVELLO, CORSI TEMATICI DI MACROBIOTICA, PASTICCERIA VEG E MOLTO ALTRO.

PROGRAMMA DI LEZIONI SINGOLE PER APPASSIONATI DI CUCINA, APPROFONDMENTI SU TEMATICHE VARIE PER UNO STILE ALIMENTARE GOURMET PROIETTATO AL FUTURO.

Consultate qui il programma completo


Comments are closed.